Frammenti di un insegnamento sconosciuto

Una persona esercitata all’osservazione di sé,

sa con certezza che in differenti periodi della sua vita ha compreso una stessa idea, uno stesso pensiero, in modo totalmente diverso.

Sovente le sembra strano, di aver potuto comprendere così male ciò che adesso crede di comprendere così bene.

E, ciononostante, si rende conto che il suo sapere è rimasto lo stesso,

e che oggi non sa niente più di ieri.

Che cosa dunque è cambiato?

È il suo essere che è cambiato.

Quando l’essere cambia, anche la comprensione deve cambiare.

 

(Photo by Tivadar Balázs)

Che cos’è l’amore?

Che cos’è l’amore?

“Che cosa è l’inferno?

E’ la sofferenza che deriva dall’incapacità di amare”,

scrisse Dostoevskij ne I fratelli Karamazov.

Effettivamente,

possiamo essere sapienti e saggi,

ma senza essere gentilezza

mancherà sempre qualcosa.

Finché non ci arrenderemo

davvero all’amore,

la nostra aspirazione a vivere

con più autenticità

non verrà appagata.

Che cos’è l’amore?

E’ molto difficile parlare di amore,

perché significa tante cose diverse

a seconda delle persone:

dall’amore sessuale

a quello dell’amicizia,

della famiglia, e via dicendo.

L’unica caratteristica comune

è che sono tutte forme

di amore personale, in cui

molto spesso ci lasciamo

coinvolgere dagli alti e bassi

dell’emozione e dell’attaccamento.

Ma c’è un altro tipo di amore,

che non è tanto un’emozione

quanto piuttosto la condizione

naturale del nostro essere.

Questo amore

emerge spontaneamente

quando le condizioni

che imponiamo ai rapporti

(le nostre priorità, i nostri bisogni,)

smettono di interferire.

Ezra Bayda – Cuore Zen

La meditazione è esplorazione e liberazione

La tecnica della meditazione è l’esplorazione interiore dell’Essere, dove possiamo capire perché qualche volta la vita è più difficile per noi rispetto ad altri, dove possiamo osservare le dinamiche di fatti accaduti, dove possiamo riconoscere le incomprensioni, dove possiamo vedere come i meccanismi di base si ripetono. Nell’interiorità emergono informazioni che non ci si immagina di vedere, ma sono estremamente utili e chiare. Le risposte di molti perché della vita si trovano tutti in te.

Questo è l’inizio. Un passo importante di liberazione, la via della verità, la svolta interiore al miglioramento di sé, della vita. 

Possono esistere altri luoghi dove cercare queste risposte? No. 

Perché? Proviamo a riflettere su questa domanda.

Non possiamo cercare risposte nella mente di qualcun altro. Ogni persona percepisce le esperienze a suo modo. Nemmeno due gemelli hanno le stesse percezioni, nemmeno se vivono le stesse esperienze. Quindi ogni giudizio è esclusivamente individuale, e ogni critica è falsamente inutile e priva di fondamenta per essere criticata.  

Possiamo cercare la verità solamente nella profondità interiore, unico “luogo” nella quale possiamo intervenire concretamente. Questa è l’unica vera scelta che abbiamo. Scelta che non è il libero arbitrio. Perché È chiamata scelta? La scelta è limitata, cioè si esprime nell’unico piano nella quale può esprimersi, cioè tra il bene e il male.

Cos’è il bene e cos’è il male? Il bene e il male sono due strumenti evolutivi necessari per l’evoluzione dell’uomo. Il male è l’evidenza continua dell’incomprensione di un pensiero, di un’emozione, di un’azione. Non lo chiamiamo errore, per il semplice fatto che la parola “errore” ha subìto una profonda deviazione negativa, cagionevole di conseguenza di sensi di colpa, mentre noi vogliamo capire il significato del male, il suo compito, il motivo della sua esistenza.  Quando c’è assenza di comprensione in un’azione negativa, il risultato si manifesta chiaramente con la sofferenza. Di fronte alla sofferenza è inutile unirci anche il senso di colpa. Non è già troppo soffrire? Diciamo che soffrire non è umanamente giusto! Però l’uomo persevera nello stato di sofferenza, e come se non bastasse lo ha pure integrato di sensi di colpa, di rancore, di rabbia. Questo meccanismo ha fatto sì che la sofferenza divenisse sempre più profonda, sempre più inconsapevole, sempre più nascosta. Per l’uomo è diventato sempre più difficile trovare soluzioni e liberazioni dalla sofferenza.  

Lo stato di sofferenza è racchiuso nell’interiorità dell’anima dell’uomo. Dimenticata l’anima, ha dimenticato anche l’esistenza del luogo in cui continua a esistere il suo malessere. La conseguenza di tutto questo non gli permette di essere felice.

La ricerca del bene è uno strumento per la riscoperta dell’anima, un tragitto per ripulire e correggere le incomprensioni. Ecco che il male e il bene favoriscono l’emergere del Bene Assoluto. Semplificando nel Bene Assoluto non esiste il male, tanto meno il semplice bene. Nel Bene Assoluto, l’Amore è nell’anima dell’uomo.  

Quando l’anima dell’uomo si riconosce Amore, cessa l’alternanza tra il bene e il male. L’alternanza tra sofferenza e rancore, tra rabbia e paura. Nell’Essere Amore l’individuo manifesta la Bontà dell’anima, privo di critiche e libero da discriminazioni. Ogni suo pensiero, ogni sua emozione, ogni sua azione si compie nel Bene Assoluto. 

Lo scopo della vita dell’uomo è questo. Essere Amore, Essere Bene Assoluto. Superare i propri ostacoli per essere sempre più consapevole che la sofferenza non gli appartiene. Cioè: lezione imparata! 

Non è un continuo Divenire, è un Essere. Lo stato naturale si esprime nell’uomo come coscienza integrale, senza frammenti, senza imparzialità. Quando la coscienza dell’uomo è in questo stato di integralità e di equilibrio, ogni sua manifestazione è d’aiuto all’intera umanità. 

Dall’Alto dei piani del Bene Assoluto si possono ottenere miglioramenti. 

Purtroppo l’individuo crede al contrario, cioè che dal basso della sua coscienza frammentata e incompleta possa generare miglioramenti. Oppure, rimane in attesa che qualcun altro svolga o compia la sua scelta. Questa scelta non è delegabile a nessuno. 

Ecco perché il Bene è sempre in ritardo nella realizzazione dell’uomo. 

Dobbiamo riconoscere che il male esiste, ed è un bene che ci sia, altrimenti non esisterebbe nessuna possibilità per l’uomo di poter evolvere nella vita. Senza il male l’uomo vivrebbe al pari di un vegetale o di un animale, senza alcuna possibilità di scelta. Mentre il regno dell’uomo a differenza degli altri regni minerale, vegetale e animale ha un potenziale superiore che gli permette di evolvere, di migliorarsi. Questa è la magnificenza del potenziale dell’uomo. Un dono di Dio, donato espressamente per esprimerci e riconoscerci nella nostra Reale Essenza, cioè come Dio. 

Il bene invece è lo stato evolutivo del temporaneo miglioramento. Lo chiamiamo temporaneo perché non si deve perdere di vista lo stato di continuità dell’evoluzione dell’uomo e del cosmo.

Detto questo il male e il bene hanno già cambiato espressione. Non rimane che scegliere. 

Per informazioni e partecipazione ai corsi di meditazione scrivete a cinziacichellero@gmail.com

amoreebeatitudine.com

In realtà…

In realtà,

non si può trovare nessuna felicità

in nessuna cosa che sia all’esterno.

La felicità che cercate sta dentro di voi.

Dovete imparare ad andare all’interno,

perché è lì che si può trovare la vera felicità.

Ma non troverete quella felicità

finché la vostra mente

non si ferma e si acquieta.

Nella profondità dell’oceano

non ci sono onde.

Allo stesso modo troverete

che la mente

si acquieta

automaticamente

quando entrate nelle profondità

della vostra mente.

Allora ci sarà soltanto beatitudine.

❤️ Amma ❤️

Puoi se vuoi

Nella vita puoi scegliere,

se non trovi lo spazio dovrai occuparti per trovarlo,

se non trovi il tempo dovrai cercare di trovarlo.

La scelta se non è alimentata da Te,

non  troverà né il tempo, né lo spazio per esprimersi.

Rimane sempre la Tua scelta.

Libera o intrappolata.

Non preoccuparti, occupati di Te.

Sei la soluzione di ogni cosa.

amoreebeatitudine.com

Vivi semplicemente

Ogni tanto tenta di vivere e basta.

Vivi semplicemente.

Non lottare e non forzare la vita.

Osserva in silenzio ciò che accade.

Lascia accadere ciò che accade.

Permetti a ciò che è di esistere.

Lascia cadere ogni tensione e lascia che la vita fluisca, che accada.

E ciò che accade, te lo garantisco, libera.

(Osho)

Il silenzio

Ricerca il silenzio,
perché nel silenzio puoi ascoltare, puoi sentire.

Quando si parla molto, ci si dimentica di ascoltare,
l’attenzione rimane fuori, non rimane in te.

Non sentirti in colpa per il tuo silenzio,
non sei asociale, non lo sei affatto.

In quell’istante hai scelto di stare in silenzio,
ti sei concesso una nuova libertà: il silenzio.

Stai osservando il tuo mondo,
ciò che appare nella mente,
stai ascoltando e vedendo ogni dettaglio.

Constati come accadono le cose,
come pure il motivo per cui accadono.

Le domande si interrompono,
non servono.
Le risposte iniziano ad apparire in Te.

Stai maturando la consapevolezza dell’Amore.
Semplicemente osservando,
Ami totalmente il mondo.
Ami quando comprendi.
Ami quando osservi.
Ami senza giudizio.
Semplicemente Sei Amore,
Manifesti Amore.

È tutto assai semplice,
le parole svaniscono come una bolla di sapone.

Il Sentire Amore ti sta mostrando il potenziale che Sei,
Il potenziale che da sempre possiedi.

Questo è solo l’inizio.

Sii grato/a a te stesso per la consapevolezza raggiunta.
Sei pronto/a per un nuovo passo.
Sei aperto/a a nuove conoscenze di Te.
È tutto ciò che ti serve.

cinziacichellero.com

Le persone NON cambiano se…

Le persone NON cambiano se NON lavorano su se stesse.

Le persone Migliorano quando lavorano su se stesse.

L’abissale differenza tra le due opzioni sta nel fatto che

se si crede alla prima possibilità, si crea un’aspettativa Negativa.

Se si crede nella seconda possibilità, si crea un’aspettativa Positiva.

Al detto che le “ASPETTATIVE” sono nocive,

riterrei opportuno dedicare una Profonda e Saggia Riflessione.

Aver paura di creare Aspettative è parzialmente corretto.

Perché desiderare di neutralizzare l’aspetto Positivo delle Aspettative?

Significherebbe di default rinunciare ad una parte del Bene,

quando in realtà Ben Sperare, Ben Credere sono processi energetici

che attivati creano potenzialità positive, Aspettative Positive.

Non servono molte parole.

Servono le buone intenzioni per creare il Buono e il Bello nella vita.

corsi di meditazione e illuminazione vicenza

L’Amore guarisce tutto

L’Amore guarisce tutto.

L’Amore apre mille porte.

L’Amore non conosce confini.

L’Amore non ha bisogno di parole.

L’Amore è come l’acqua, fonte di vita.

L’Amore non ha paura.

L’Amore permea in ogni cosa.

L’Amore non è un’illusione.

L’Amore non è apparenza.

L’Amore non è ignoranza.

L’Amore sconfigge ogni male.

L’Amore è ascolto.

L’Amore è il Sentire.

L’Amore è il Silenzio.

L’Amore è senza presunzione.

L’Amore è senza arroganza.

L’Amore è senza inganno.

L’Amore è esente da manipolazione.

L’Amore è l’essenza della Verità.

L’Amore è Libertà manifesta.

L’amore è la Bontà dell’Essere.

L’Amore è consapevolezza di Essere Amore.

L’Amore è passato, presente, futuro.

Sotto ad ogni sofferenza, ad ogni cicatrice, l’Amore c’è, sempre.

L’Amore è la via della Beatitudine.

cinziacichellero.com

corsi di meditazione e Illuminazione Vicenza

I corsi di meditazione e Illuminazione sono organizzati da amoreebeatitudine.com associazione culturale a Vicenza in Str. di Gogna 149S,
tutti i LUNEDÌ dalle ore 20:30 alle ore 22:15.  Conduce Cinzia Cichellero.
È obbligatoria l’iscrizione all’associazione per l’anno 2020.
Il costo d’iscrizione è compreso nella prima quota di partecipazione al corso.
Il numero dei partecipanti è limitato, la prenotazione è obbligatoria.
Info e prenotazioni WhatsApp 3713789745 o cinziacichellero@gmail.com.

Chi fosse impossibilitato a partecipare alla data indicata, ha l’opportunità di iscriversi alle sessioni individuali oppure ai corsi online, semplicemente su appuntamento.

I corsi di meditazione e Illuminazione sono rivolti a tutti coloro che desiderano dedicarsi alla conoscenza dell’anima, alla vera e autentica consapevolezza di se stessi. Ciò che si ottiene dalla meditazione è l’aiuto di tutte le collaborazioni spirituali, l’aumento della qualità del benessere psicofisico e la maturazione della capacità energetica spirituale presente in ogni individuo.  Generare Soluzioni e Guarigioni in ogni aspetto della vita è la virtù che tutti possediamo. Divenire consapevoli del potenziale interiore significa rendersi sempre più liberi da ostacoli limitanti interiori ed esteriori.  
La partecipazione ai corsi ha cadenza settimanale, per aiutare il ricercatore a maturare l’energia e la costanza nella meditazione.

Non è richiesta alcuna base di preparazione, perché ogni individuo indipendentemente dal grado di maturazione spirituale, ottiene tutti i benefici di cui ha bisogno, senza distinzione alcuna. Per questo motivo i corsi non sono ripartiti in categorie o classi di appartenenza. La partecipazione è libera, senza alcuna richiesta di abbonamento mensile o altre forme. 

Con il metodo fondato nello studio dei migliori insegnamenti spirituali, si opera dal Principio dell’Origine dello spirito, per attivare gli strumenti che possediamo e beneficiare di tutti gli aiuti, con la sola presenza, senza l’utilizzo di elementi particolari. Il percorso è la scoperta Assoluta di noi stessi, rivolta all’Illuminazione, alla realizzazione di ogni individuo.

Per chi svolge o insegna altre attività olistiche, la meditazione è la base per ottenere i massimi risultati in ogni tecnica. La capacità energetica individuale è la base di ogni risultato.  

La spiritualità è assai concreta.
Ogni individuo ha una personale responsabilità ed è determinata dalla capacità di maturare la saggezza, l’amore e l’intelligenza per migliorare il proprio destino attraverso la chiarezza del pensiero, l’individuazione di valori corretti e infine nella capacità di saperli mettere in pratica. 

La mente manifesta e proietta con una meccanica selezione ciò che più le sembra giusto e corretto, utile e conveniente, così facendo riduce lo spazio e le possibilità di scelta, nonostante il libero arbitrio concesso all’uomo sia infinitamente immenso.

Macrolibrarsi

Considerato che l’evoluzione dell’uomo nel piano spirituale è illimitatamente immensa ed eterna, è pressoché inutile chiedersi quali sono i confini o il punto d’arrivo. Nel tempo e nello spazio e oltre siamo tutti eterni. 

“La meditazione trasforma la credenza in Sapere e l’incredulità in conoscenza. 

Chi si crede “arrivato”, non ha compreso la reale immensità di sé e della spiritualità”.

La meditazione accompagna l’individuo a liberarsi da schemi e concetti limitanti, per offrire Conoscenza e Consapevolezza inimmaginabile alla mente umana. 

Proprio grazie alla mente, essa stessa diviene lo strumento altamente evolutivo per l’uomo.

Comprendere questo sottile e immenso concetto ci indirizza già a piani superiori.

Di seguito una breve descrizione di alcuni dei benefici dei corsi di meditazione e l’importanza dell’integrazione della meditazione nella vita quotidiana. La presentazione dettagliata viene spiegata durante i corsi. 

Il corpo fisico.
L’abito più bello e prezioso che indossi:

la meditazione influenza sempre beneficamente nel corpo fisico. Aumenta l’energia del corpo, lo mantiene nello stato di salute, aumenta le difese immunitarie, migliora i processi di guarigione, riduce la necessità di farmaci, rallenta i processi di invecchiamento, aumenta l’attività cellulare, migliora l’elasticità del corpo, la coordinazione, i riflessi, i movimenti.

È benefica a chi conduce una vita sedentaria, a chi svolge attività fisica, anche di alto livello, ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle persone più mature, senza alcuna distinzione. Il potenziale energetico riporta le funzioni e le attività del corpo al suo naturale e ottimale stato di benessere.

I benefici si ottengono nel corpo eterico, nei chakra, nei canali nadi, nell’energia vitale, nell’aura. L’aspetto invisibile agli occhi.

Il cervello:

la meditazione aiuta ad aumentare il flusso energetico in ambedue gli emisferi del cervello.

Ogni emisfero ha la sua funzione: analitica e creativa. La meditazione migliora la loro connessione, ottimizzando l’efficienza nei risultati intellettivi, creativi, pratici, nelle funzioni dei cinque sensi e di tutto il corpo.

“Così come un fiore fiorisce con tutti i suoi petali, così tutte le intelligenze multiple fioriscono nella tua mente”.

La mente, il pensiero:

la meditazione svolge la sua grande espressione nella mente pensiero.

Ottima nello studio, nelle attività concettuali, la meditazione aumenta la concentrazione offrendo risultati eccellenti con il minimo sforzo.

Nel caso di deficit dell’attenzione, sindrome sempre più diffusa, aiuta l’individuo a non essere schiavo delle proprie distrazioni, le quali producono ansia e stress, rallentando il percorso verso l’obiettivo desiderato.

Aiuta a non subire lo stress e le ansie negative altrui, altro problema di vitale importanza, visto che interagiscono negativamente in ogni ambiente in cui si vive.
La mente è lo strumento che ci permette di migliorare ogni aspetto della vita, di ottenere tutte le soluzioni.

Fondamentale è uscire dal circolo vizioso della mente, di pensieri ridondanti e negativi.

Il riconoscimento degli ostacoli come limiti interiori è un primo passo verso la libertà.

La mente lasciata in balia di se stessa, offre esclusivamente il contenuto che contiene, né di più, né di meno. L’elasticità mentale assunta con la meditazione permette di “spazzolare” via il contenuti obsoleti per lasciare spazio a nuovi concetti di qualità superiore.

La mente può essere distruttrice della realtà. È bene approfondire la conoscenza della propria mente, in tutti gli aspetti positivi e negativi.

Tutto avviene con la partecipazione ai corsi, nella pratica meditativa individuale, nella contemplazione dei pensieri, nella consapevolezza interiore.

La consapevolezza è la conferma di ciò che sta accadendo, del miglioramento conseguito, del risultato ottenuto, non è da confondere con l’analisi dei pensieri, del giudizio, del contenuto.

La consapevolezza nella meditazione non richiede analisi, solo l’osservazione di ciò che appare.

Le emozioni. La Qualità delle emozioni è più importante della quantità:

la meditazione evidenzia chiaramente la qualità delle emozioni interiori.

Prigionieri delle emozioni negative e della causa della loro stessa reattività, la vita dell’uomo “gira” a vuoto provocando un continuo dispendio di energie e una quantità fuori misura di sofferenza.

Esperienza non conosciuta, la felicità.  È lo stato naturale dell’Essere che esprime felicità”.

Tutto il resto sono effetti nocivi radicati su false esigenze che culturalmente e karmicamente sono stampate come un timbro nella mente dell’uomo.

Libertà dal passato: 

il passato non è un fardello. La vita è un insieme di esperienze. Ovvero l’insegnamento e l’evidenza dei punti oscuri di cui dobbiamo occuparci, senza crearci preoccupazioni. Si devono comprendere, correggere, sistemare. Quindi è importante iniziare a vivere bene, ascoltando le leggi superiori, tutta la manifestazione Spirituale e la Creazione in cui siamo totalmente integrati.

L’importanza e il valore delle capacità energetiche. Il potenziale di ogni individuo:

L’evoluzione dell’uomo ha portato a molti vantaggi e benefici materiali, ma lo ha allontanato dalla fonte inesauribile di se stesso. Il potenziale energetico.

Qui nasce un altro principio della meditazione. Qualsiasi cosa si voglia ottenere o conseguire, si manifesta e si concretizza solamente dopo essere stata creata energeticamente nello spirito.

Per quanto l’uomo si ostini e si convinca di essere il creatore di qualcosa, dimentica o ignora un fatto importante. “L’essenza da cui nasce, da cui cresce, in cui evolve, in cui muore e si rigenera”.

Subentra nuovamente la qualità espressiva delle capacità energetiche, le quali possono essere creatrici per l’essere umano o distruttrici per se stesso e/o per gli altri.

“Immaginate la Terra senza l’energia del Sole e visualizzate voi stessi. L’ombra e il buio oscurano la vostra energia interiore. Il potenziale inespresso è nell’ombra, nel buio è dormiente”.

Un serbatoio sempre pieno e disponibile di cui non si conosce l’esistenza e l’utilizzo.

La pazienza alleata e amica della costanza: 

Alleata perché con la pazienza non si va a “sbattere” da nessuna parte come si è abituati a fare e a ripetere.

Amica perché nella costanza puoi veder crescere i tuoi risultati, frutto dei semi che finora hai seminato con i corsi.

Come ben si sa, si raccoglie ciò che si semina. Ancor di più nella spiritualità.

S’impara a camminare facendo un passo alla volta, così come nel lavoro si ottengono risultati e successi nella crescita dell’impresa.

Altro elemento importante da tener presente.

Stai lavorando su te stesso e ti accorgerai che la richiesta di pazienza ti farà indossare anche un bel paio di  “guanti di velluto” per avere la massima cura e cautela in ogni tua circostanza interiore.

Allora capirai che la fretta non è amica, la pazienza è fondamentale e la costanza ancor di più.

La costanza è necessaria per concedere il tempo necessario a compiere il passo successivo, per compiere il gesto dell’abbandono, del lasciar andare.

È il momento in cui senza sforzo i blocchi energetici di conflitti e paure svaniscono e dal piano divino si ottiene tutto ciò di cui si ha veramente bisogno.

I risultati arrivano quando sei veramente pronto a lasciar andare e a ricevere. Questa è un’importante lezione che prima s’impara, prima manifesta risultati.

La legge dell’attrazione.

La legge della Manifestazione e della Creazione, senza la legge dell’attrazione nulla esisterebbe.

La comprensione delle cause e degli effetti, la sincronicità di ciò che si attira e si respinge.

Le cause e gli effetti del bene e del male, il perché della loro necessaria esistenza.  

L’effetto negativo del karma e il risultato positivo nel superamento. “Non si muove foglia che Dio non voglia”. 

Il desiderio di realizzazione dell’uomo è parte integrante del karma individuale, proteso ad una lenta realizzazione a causa della sua lenta incomprensione. 

Ogni vita sembra emergere nuova, con un bagaglio nascosto di infinite esperienze. 

La legge del karma: individuale, familiare, collettivo, planetario, cosmico.

Nel tempo e nello spazio il cammino è lungo, ma la scelta corretta può accorciare la strada.

La conoscenza e le capacità energetiche servono proprio ad affrontare il cammino con il minor peso possibile, volgendosi nella giusta direzione.

La coscienza dell’uomo, frammentata e incompleta.

La Coscienza Integrale nell’Uno È Conoscenza e Consapevolezza del Tutto.

Conoscenza e Consapevolezza

Un vero strumento evolutivo

Amore e Beatitudine associazione culturale